Lunedì 7 dicembre 2020 le Biblioteche e la Mediateca di Scienze Umanistiche rimarranno chiuse. Per le chiusure durante le Festività di fine/inizio anno consulta la tabella. Per la sospensione dei servizi interbibliotecari (ILL e DD) consulta la tabella.
Alcuni testi d'esame sono disponibili in formato ebook. Puoi verificare se ce ne sono di tuo interesse su PandoraCampus (testi d'esame editi da Il Mulino, Carocci, Utet/De Agostini), su MLOL (testi d'esame editi da Einaudi, Laterza, Mondadori e altri editori) e su Trova (testi d'esame di editori diversi)
In ottemperanza all’ultimo DPCM e alla relativa ordinanza che colloca la Regione Piemonte nella cosiddetta “zona rossa”, l’accesso alle biblioteche UNITO sarà consentito al personale docente, tecniche/i della ricerca, assegniste/i, borsiste/i, specializzande/i, dottorande/i, studentesse e studenti, che potranno accedere al prestito, alla consultazione e alla restituzione su prenotazione, secondo le MODALITÀ INDICATE. Rimarranno inoltre per loro attivi i servizi interbibliotecari. Attenzione: studenti e studentesse che prenotino prestito, consultazione o restituzione dovranno portare con sé copia, cartacea o digitale, della prenotazione stessa. Essa, unita all'autodichiarazione, varrà come autorizzazione allo spostamento.

Biblioteca del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell' Educazione - Sez. Filosofia

La sezione di Filosofia della Biblioteca del Dipartimento di Filosofia e Scienze dell’Educazione risale alla metà degli anni Settanta, con l'accorpamento della biblioteca dell’Istituto di Filosofia della Facoltà di Magistero e quella di Filosofia della Facoltà di Lettere e Filosofia - costituita a sua volta dai libri dell’Istituto di Filosofia di Guzzo (in via Po 18) e della biblioteca di Nicola Abbagnano (del cosiddetto “Seminario di filosofia”). La nascita dal Dipartimento comportò la fusione fisica di questi due fondi librari con quello che proveniva da Magistero, e non si trattò soltanto di un’unione di carattere amministrativo: ebbe infatti origine la sezione di Storia della filosofia antica curata da Giuseppe Cambiano e Luciana Repici; fu istituita una sezione dedicata alla filosofia medievale e del Rinascimento di cui si occupò Carlo Colombero; il Sei-Settecento fu affidato a Ugo Bonanate insieme con la Filosofia della religione; a Luigi Marino spettò il Settecento, con il Romanticismo e la cultura tedesca fino all’Ottocento; Armando De Palma curò la filosofia contemporanea nel rapporto con la scienza, la linguistica, la filosofia del linguaggio angloamericana fino al Novecento.

Negli anni a seguire il Dipartimento investì poi risorse consistenti per l’acquisto di libri al fine di aggiornare profondamente le collezioni librarie della biblioteca, incrementando in modo particolare le collezioni di libri esteri e riservando specifica attenzione ai rapporti tra scienze e filosofia per i quali furono create sezioni dedicate alle neuroscienze e alla linguistica.

La biblioteca attualmente consta di un patrimonio bibliografico di circa 138.000 monografie e oltre 16.000 annate di periodici.

 

La Biblioteca afferisce al Dipartimento di Filosofia e Scienze dell'Educazione.