L’accesso alle biblioteche UNITO è su prenotazione, tramite l'applicativo Affluences, secondo le MODALITÀ INDICATE

Risorse disciplinari e Fondi librari

Banche dati per lo studio delle Scienze dell'Educazione e della Filosofia:

 

FILOSOFIA:

 

FRANCO ANGELI online

 

IL MULINO rivisteweb

 

The Philosopher's Index

 

Répertoire bibliographique de la philosophie

 

Philpapers- Online Research in Philosophy

 

Past Masters - Full Text of Classic Works in the Humanities

 

SCIENZE DELL'EDUCAZIONE:

 

ERIC http://search.ebscohost.com/login.aspx?authtype=ip,uid&profile=ehost&defaultdb=eric banca dati bibliografica sull'educazione e la formazione.

 

Education Source http://search.ebscohost.com/login.aspx?authtype=ip,uid&profile=ehost&defaultdb=eue base dati testuale sull'educazione.

 

Edisco  banca-dati elettronica che si propone di censire i libri per la scuola e l’istruzione pubblicati in Italia tra il 1800 e il 1900. 

 

IBE Unesco  International Bureau of Education.

 

INDIRE   ente di ricerca del Ministero dell’Istruzione, punto di riferimento per la ricerca educativa in Italia.

 

Family Studies Abstracts

 

Gender Studies database

 

Violence & Abuse Abstracts

 

FRANCO ANGELI online

 

IL MULINO rivisteweb

 

 

 

                                    

                                  

Fondo Gambaro

La Biblioteca dell’ex Istituto di Pedagogia ha ricevuto particolare impulso negli anni Trenta e Quaranta in seguito agli acquisti di libri rari e di pregio voluti dal Prof. Angiolo Gambaro, allora titolare della cattedra di Pedagogia, oggi riuniti sotto il nome di Fondo Gambaro.

 

In un secondo tempo entrarono a far parte del patrimonio della biblioteca numerose edizioni di cinquecentine (in particolare opere di Erasmo) e opere del XVII e XVIII secolo di argomento educativo e pedagogico.

 

 

 

Fondo Regio Museo industriale

Negli anni Ottanta la biblioteca ha acquisito una parte del fondo appartenuto al Regio Museo Industriale costituita da libri di testo, manuali e opuscoli italiani e stranieri per la scuola elementare (secoli XIX-XX).